Agosto Tanzania: Gran Safari + Zanzibar

Agosto Tanzania: Gran Safari + Zanzibar

più di 6000 leoni, nel solo Serengeti,

milioni di mammiferi nelle mandrie della Grande Migrazione

TARANGIRE, MANYARA, EYASI, MIGRAZIONE,

SERENGETI, NGORONGORO, MONTE MERU

+ estensioni Zanzibar /Mafia Island

9 giorni/8 notti

gennaio 2019

Livello : Confort

viaggi di gruppo

 Ideale per:

Per chi ha deciso di fare il safari più entusiasmante di tutta l’Africa!

I parchi più famosi e ricchi di fauna selvatica

 Dove andremo:Nel parco Manyara ricco di differenti habitat, ambienti lacustri , avifauna e primati; nel parco del Tarangire, che attira lungo l’omonimo fiume grandi mandrie di elefanti, giraffe, zebre, gazzelle; nel parco del Serengeti, la pianura senza fine, è la più conosciuta savana africana popolata di leoni e ogni tipo di animale selvatico, scenario della spettacolare Migrazione di gnu, zebre e gazzelle; il Cratere del Ngorongoro, sito UNESCO e meraviglia della natura, racchiude nella sua caldera un perfetto equilibrio tra predatori e predati, vi troverete tutti i big five. Al Lago Eyasi andremo a caccia con i Bush Men, sulle pendici del Monte Meru visiteremo piantagioni e villaggi Arusha

 

 Estensioni:

 A Zanzibar, isola delle spezie e simbolo delle vacanze tropicali: spiagge, coralli e sport acquatici. La città antica di Stone Town non finirà di stupirvi e la movida di Nungwi vi farà sentire al centro del mondo.

A Mafia Island, posta sul delta del fiume Rufiji, si trova all’interno di una zona marina ricchissima, vi troverete giardini di coralli incontaminati, squali balena, tartarughe, foresta e tranquillità. Nelle isolette, coperte dalla vegetazione, antiche rovine del XIX sec. Mafia Island è un’isola molto esclusiva!!!!

 

 

viaggi di gruppo tanzania

GRUPPO

Confort

gennaio 2019

 

 

         1819 euro a persona in camera doppia

          (conferma entro 30 ottobre)

        350 euro supplemento singola

         sconti per ragazzi minori di 16 anni

         e bambini minori di 12 anni

         Volo internazionale escluso

Tariffe soggette alla disponibilità dei posti, alle variazioni degli ingressi nei parchi e tasse di pernottamento. La tariffa in euro è indicativa, il bonifico andrà fatto in USD

Il pacchetto comprende:

  • fuoristrada da safari con guida-autista parlante inglese
  • pensione completa
  • tutti gli ingressi ai parchi
  • beni di ristoro in auto
  • tutti i trasferimenti
  • il primo soccorso e trasporto in aereo in ospedale in caso di gravi problemi sanitari (spese in ospedale escluse)

Nella quota non sono inclusi:

  • il volo internazionale Italia-Tanzania A/R
  • il visto, da fare in aeroporto appena arrivati 50 USD
  • l’assicurazione annullamento/interruzione del viaggio/recupero bagaglio e l’assicurazione medica
  • le attività indicate come “opzionali”
  • tutto ciò che non è indicato sotto la voce “Il pacchetto comprende”

Programma dettagliato:

Giorno 1. Arusha

Arrivo all’aeroporto, incontro con la vostra guida e trasferimento ad Arusha la “capitale dei safari” (circa 1 ora di strada). Se avremo tempo e non sarete troppo stanchi potremo fare (opzionale) una visita alla città o una camminata attraverso le piantagioni delle pendici del Monte Meru con visita ad un villaggio. Cena e pernottamento ad Arusha, Ambureni Coffee Lodge / Songota Falls Lodge/equivalente.

Giorno 2. Parco del Tarangire

Dopo colazione si parte col pranzo al sacco per il parco del Tarangire ( 2 ore circa di strada). Con i suoi 2850 kmq il parco del Tarangire ospita, durante la stagione secca, la seconda concentrazione di fauna selvatica  di tutti i parchi nazionali della Tanzania. Il fiume Tarangire e alcune altre zone umide costituiscono il luogo ideale per l’avvistamento di immensi branchi di elefanti, zebre, gnu, alcelafi, eland, orici, antilopi d’acqua, kudu minori, giraffe e bufali. Cena e pernottamento a Karatu, Eileens Lodge/equivalente.

Giorno 3. Lake Eyasi

Al mattino presto attraverseremo  il variopinto mercato di Karatu, un ottimo modo per conoscere la vita degli abitanti di questa zona. Proseguiremo lunga la strada rossa e tortuosa che ci condurrà al Lake Eyasi, un lago basso e salato della Rift Valley. Ci troviamo dentro la “valle spaccatura”, una delle poche zone di separazione tra due zolle tettoniche non ancora invase dal mare. Nel pomeriggio visiteremo l’oasi ricca di vegetazione, dove le terre fertili sono state distribuite ad ogni famiglia e coltivate con ingegnosi metodi di irrigazione. La tribù dei Datoga ci mostrerà come lavora i metalli per ricavarne splendidi monili ed armi. Cena e pernottamento in lodge vicino al lago, Lake Eyasi Safari Lodge/equivalente.

Giorno 4. Lake Eyasi e Grande Migrazione

La Rift Valley è la culla dell’umanità, dall’Etiopia alla Tanzania è qui che sono stati ritrovati i resti dei primi ominidi. In queste terre vivono ancora gli Hadzabe, appartenenti al popolo Sun, il più antico della Terra. Gli Hadzabe, o Bush men, vivono di caccia e raccolta e comunicano con parole e schiocchi, come si ipotizza fossero le prime forme di comunicazione verbale. Potremo sperimentare qualcosa di ancestrale seguendoli nella caccia, alle prime luci dell’alba, accendendo il fuoco con due legnetti e magari assaggiando il loro pasto.  Dopo aver salutato gli Hadzabe, si parte verso i laghetti di Ndutu (4 ore di strada circa). Per giungervi attraverseremo gli spettacolari altipiani del Ngororongo dove incontreremo gruppi di giraffe, gazzelle di Tomson e gazzelle di Grant, fino ai confini con il parco del Serengeti. Ecco il cuore della migrazione. Dopo aver percorso centinaia di Km alla ricerca continua di nuovi pascoli, milioni di gnu e centinaia di zebre e gazzelle tornano qui tutti gli anni per far nascere i loro piccoli. Uno spettacolo incredibile! Sembra che scelgano questa zona poiché il terreno roccioso non permette all’erba di crescere alta, garantendo un’ottima visuale su eventuali pericoli. Inoltre la composizione del terreno arricchisce il foraggio di sostanze utili all’allattamento. Da segnalare al loro seguito anche una importante presenza di predatori, le mandrie di erbivori hanno affinato un sincronismo eccezionale: facendo i cuccioli tutti insieme garantiscono alla prole la massima probabilità di sopravvivenza.

Ci fermeremo in questa zona per cena e pernottamento in campo tendato. Il mattino dopo saremo pronti per il safari all’alba! Ndutu Kati Kati Tented Camp /equivalente

Giorno 5. Parco del Serengeti

Ci alzeremo prima del sole per poter arrivare alle mandrie alle prime luci dell’alba. A perdita d’occhio gnu e zebre che pascolano nelle sterminate pianure verdi e, aguzzando gli occhi.., i predatori in agguato! Proseguiremo il nostro game drive per l’intera giornata, giungendo fino al parco del Serengeti. Questa “pianura senza fine” è uno dei parchi più famosi al mondo, dove sono stati girati moltissimi documentari. Vanta  la più alta densità faunistica di tutta l’Africa ed è all’interno di una vastissima area protetta ormai da 100 anni che riunisce tre parchi (Ngorongoro, Serengeti, Masai Mara) a cavallo di due stati (Tanzania e Kenia). Percorreremo il parco in cerca di leoni, ghepardi, leopardi, iene, sciacalli, zebre, gnu, bufali, elefanti, giraffe, gazzelle di Thomson, gazzelle di Grant, eland, impala, alcelafi, antilopi saltarupe, cefalofi, struzzi, ippopotami, coccodrilli… e 450 specie di uccelli. Cena e pernottamento nel Serengeti centrale. Thorntree Tented Camp/equivalente

Giorno 6. Cratere del Ngorongoro

All’alba partiremo per  il Cratere del Ngorongoro (3 ore di strada circa), dichiarato patrimonio dell’Umanità a motivo della sua straordinaria bellezza, per l’altissima concentrazione di animali selvatici (tutti i big five: leone, leopardo, elefante, rinoceronte, bufalo) e la più alta densità di leoni e altri predatori di tutta l’Africa. La particolarità del Cratere è che moltissimi animali di specie diverse vivono in perfetto equilibrio nello spazio di 20 Km di diametro, e sarà facile vedere il leone sdraiato a dormire vicino alla zebra e alla gazzella. Cena e pernottamento a Karatu.

Giorno 7. Parco Manyara

Dopo colazione si parte per un safari fotografico attraverso la foresta che ospita numerose famiglie di babbuini, scimmie blu e vervet. Il Manyara è un parco piccolo, occupato per lo più dal lago, ma ricco di animali, sia di grandi mammiferi che di moltissime varietà di uccelli. Nei periodi in cui la vegetazione è più rigogliosa, potrebbe essere più difficile avvistare i grandi mammiferi, giraffe, elefanti, impala, zebre, bufali, mentre è molto probabile poter ammirare i primati e molte specie di uccelli come fenicotteri, pellicani, oche egiziane, cicogne e gru coronate. Talvolta i visitatori riescono ad osservare i leoni che si arrampicano sugli alberi di acacia, ma non è molto frequente. Dopo pranzo trasferimento ad Arusha per cena e pernottamento, Songota Falls Lodge/equivalente.

Giorno 8. Pendici del Monte Meru

Una lunga passeggiata (6 ore circa, rimanendo intorno ai 1500 m di altitudine) sulle pendici del Meru ci permetterà di visitare piantagioni e tribù. Seguendo il sentiero arriveremo ad una cascata nascosta nelle pieghe della roccia e della foresta pluviale. Il canto di un’infinità di uccelli accompagnerà il nostro cammino. Cena e pernottamento ad Arusha.

Giorno 9. Ritorno o Estensioni

Trasferimento in aeroporto per il rientro, per l’estensione Zanzibar o Mafia Island

Estensioni

Le estensioni possono essere scelte in modo indipendente dal gruppo. Nel caso sceglieste di prolungare la vostra vacanza sulle meravigliose coste dell’Oceano Indiano, sarà sufficiente aggiungere 1 volo interno alla tariffa che troverete nei soggiorni sulle isole.

VOLO INTERNO 200 USD a tratta a persona (se prenotato con almeno due mesi di anticipo)

Tanzania da sogno estensione mare

ZANZIBAR

Isola simbolo delle vacanze tropicali

spiagge, coralli e sport acquatici

La città antica di Stone Town

la movida di Nungwi

 

mafia

MAFIA ISLAND

Giardini di coralli incontaminati

Foresta e tranquillità

Antiche rovine del XIX sec

Un’isola molto esclusiva!!!!

 

 

PRENOTA SUBITO